Negozi Piron él Furnar: la storia di una famiglia e di tanta dedizione 09/02/2021

Come tutti i veri bolognesi ben sapranno, Piron él Furnar è uno dei panifici più rinomati e apprezzati della città, oltre a rappresentare una delle botteghe più storiche di Bologna. Al timone di questo negozio ricco di tradizione troviamo la proprietaria e titolare Angela Bai, una donna molto determinata e caparbia, che crede fortemente nella sua attività e, soprattutto, ha una grande passione e dedizione per il proprio lavoro.

La storia di Piron él Furnar risale a tanto tempo fa ed è legata all’importanza e all’amore per la famiglia, all’unicità del rapporto con Luciano Bai (il padre di Angela) ed è ricca di sacrifici e di tante soddisfazioni.

Gli ingredienti segreti di Piron él Furnar: famiglia, tradizione, innovazione e grande passione

È il 1972 quando Luciano Bai ha deciso di rilevare il forno Piron di via Nosadella, consapevole del potenziale che poteva racchiudersi dietro a quel luogo e alla tradizione che lo caratterizza. Il nome di questo panificio, infatti, deriva dal celebre personaggio bolognese Piron, fornaio eccentrico e famoso per il suo vizio di bere e di mettersi nei guai: questo simpatico soggetto, infatti, è una vera macchietta, creato alla fine dell’Ottocento dall’estro di Carlo Musi, che nella famosa canzone popolare di cui è protagonista ne racconta la storia goliardica. Ancora oggi, per molti, Luciano Bai e Piron sono la stessa persona.

La tradizione e il successo del panificio, però, devono molto all’attuale proprietaria Angela, che, con le sue scelte difficili e il suo impegno costante, ha permesso che la storia di Piron él Furnar continuasse ad essere scritta e tramandata negli anni

Il rapporto con il padre Luciano è stato cruciale per la vita di Angela, tanto da determinare decisioni molto importanti per la sua storia personale. Lei, infatti, inizialmente sognava di fare un altro lavoro: iscritta al DAMS, aveva un grande amore ed interesse per l’arte e immaginava la sua vita lontano dal forno, ma nel 1995 quando Luciano, a causa di problemi legati alla salute, non ha più potuto occuparsi da solo di tutto il lavoro, Angela ha preso la decisione di aiutarlo e affiancarlo.

Una collaborazione tra padre e figlia durata dodici anni, tra insegnamenti, sacrifici e tanto impegno. Quando Luciano è venuto a mancare e bisognava decidere quale fosse la sorte del panificio, Angela non ha avuto dubbi, prendendo in mano le redini dell’attività.

A partire da quel momento niente ha più fermato Angela e la sua grinta: non solo ha messo in piedi un vero team forte e determinato composto da quattro persone più la madre Rosy, che la affianca con amore e dedizione, ma è stata anche eletta vice presidente dell’Associazione Panificatori di Bologna, è membro e partecipante attivo dell’Associazione delle sfogline di Bologna e Provincia, studia e si aggiorna costantemente, organizza corsi sull’Arte Bianca e, per non farsi mancare niente, partecipa a molte iniziative di beneficenza.

Angela ritiene che uno dei più importanti elementi per il successo del suo forno sia il lavoro di squadra, fattore fondamentale per far sì che tutto funzioni e determinate per raggiungere traguardi e soddisfazioni.

Oggi, Piron él Furnar è accreditato come Bottega Storica della Provincia di Bologna.

piron el furnar

L’Arte Bianca di Piron él Furnar

Angela negli anni non si è mai seduta sui tanti allori e riconoscimenti che ha ricevuto, ma ha continuato a studiare e ad ampliare l’offerta enogastronomica della bottega, accontentando clienti e i turisti.

Il vero grande cambiamento è avvenuto oltre venticinque anni fa, quando Angela ha iniziato ad utilizzare il lievito madre nelle sue ricette. Dopo aver frequentato un corso da Rolando Morandin, maestro di panificazione, il lievito madre è diventato uno dei tanti segreti della bontà dei suoi prodotti.

Non solo per i vari tipi di pane e focacce, ma Angela ha iniziato ad utilizzare questa tecnica anche per i panettoni. Il panettone di Piron él Furnar è così originale e gustoso che nel 2014 ha vinto il premio come Miglior panettone artigianale durante un concorso indetto dall’Associazione panificatori di Bologna, in collaborazione con Il Resto del Carlino.

La bottega Piron él Furnar è da sempre all’avanguardia con i tempi e coglie ogni spunto per poter soddisfare tutte le esigenze della clientela, da quelle più tradizionaliste a quelle più legate alla contemporaneità. Per Angela, infatti, è fondamentale stare al passo con le nuove tendenze e innovazioni, pur mantenendo, però, un forte legame con la tradizione e il passato. Per questo, offre una vasta varietà di prodotti da forno, diversi per tipologia, materie prime e per cottura; non solo privilegia l’utilizzo di farine pregiate, prestando grande attenzione al produttore, ma predilige anche l’inserimento nella sua offerta di prodotti con semi e cereali

Alcuni esempi? C’è la Morbidona, preparata con la pasta viennese avanzata e poi arricchita, vi è la torta di pane e una rivisitazione sopraffina della ricetta del Certosino bolognese. E poi? Infiniti formati di pane per soddisfare tutti!

 DRIIIN: i prodotti di Piron él Furnar dalla bottega direttamente a casa vostra

Ma non è finita qui. Per i più golosi basterà uno sguardo alla vetrina digitale di Piron él Furnar su DRIIIN ed al reparto dolci e biscotti per essere invogliati a portare a casa il sapore della tradizione! In più, se non avete molto tempo a disposizione per la vostra spesa quotidiana e se volete evitare le lunghe file fuori dai negozi affollati, con DRIIIN potrete ricevere a domicilio con un solo click tutta la bontà dei prodotti di Angela, che arriveranno comodamente a casa vostra in un batter d’occhio.

Consultate il sito di DRIIIN e non fatevi sfuggire questa comoda possibilità! Per saperne di più su come funziona il servizio leggete qui