Prodotti La torta di riso bolognese: la storia dell’antico dolce tradizionale 01/06/2021

Alzi la mano chi non apprezza una fetta di torta di riso! Impossibile assaggiare questo squisito dolce tradizionale bolognese e non innamorarsene al primo morso. Un’esplosione di gusto avvolgente per una torta che ha origini lontane nel tempo.

Oggi la torta di riso è una leccornia per ogni occasione: dolce da pranzo domenicale o torta di compleanno, anche se, tipicamente, viene presentata a Pasqua accanto a colombe e uova di cioccolato.

Ma a quando risale l’origine della torta di riso? E qual è la sua vera ricetta? Con questo articolo noi di DRIIIN risponderemo a queste domande, portandovi in un piccolo e gustosissimo viaggio nel tempo. Pronti a scoprire tutti i segreti della torta di riso bolognese e la storia che la contraddistingue?

Torta di riso bolognese: storia e origini antiche

Tutti noi bolognesi DOC abbiamo una nonna che custodisce gelosamente in un grande libro tutte le ricette tipiche della tradizione: tra queste, non può di certo mancare anche quella della torta di riso, che – tramandata di generazione in generazione – è giunta fino ad oggi sulle nostre tavole, deliziandoci il palato e inebriandoci tutti i sensi. 

Per scoprire la genesi e la storia di questa deliziosa ricetta, bisogna andare indietro nel tempo di parecchi secoli e generazioni; siamo a Bologna alla fine del XV secolo e la città, in occasione della processione del Corpus Domini, diventava un colorato gioiello per la celebrazione della Festa degli Addobbi: alle finestre venivano appesi drappi colorati, le facciate dei palazzi venivano ripulite, mentre musica e spettacoli popolavano le strade. Celebrata a rotazione decennale dalle parrocchie della città ed ogni quattro anni da quelle in campagna, la Festa degli Addobbi prevedeva che, durante la processione in cui veniva trasportato il Corpus Domini, le case dei parrocchiani venissero aperte alle visite dei cittadini, i quali venivano allegramente accolti con un delizioso dolce preparato con uova, riso e latte e tagliato a rombi: si tratta proprio della torta di riso, anche ribattezzata Torta degli Addobbi, proprio in onore della festa religiosa che le ha dato origine.

Molto apprezzata dal popolo per il suo gusto e per il fatto che fosse preparata con ingredienti che non sempre erano presenti sulle tavole di tutti, la torta di riso è diventata il dolce che veniva preparato in occasione delle principali celebrazioni religiose (come la festa del santo patrono) ed è rimasta una delle specialità tipiche della cucina bolognese più amate durante i secoli, sino ai giorni nostri.

Torta di riso: la ricetta bolognese tramandata nei secoli dei secoli

Come abbiamo già detto, la torta di riso è uno dei dolci bolognesi dalle origini più antiche e che, proprio per la bontà e l’armonia di tutti i suoi ingredienti uniti insieme, è stata tramandata da generazione in generazione, risultando anche oggi pienamente attuale e apprezzata anche dai palati più sopraffini. A Bologna, infatti, ogni famiglia custodisce la sua preziosa ricetta, reinterpretata anche con interessanti varianti che vedono l’aggiunta di particolari ingredienti segreti: c’è chi gradisce aggiungere l’amaretto, chi la scorza di limone e chi, invece, la prepara in versione non alcolica sostituendo il liquore con succo d’arancia. 

Nel 2005 viene depositata ufficialmente la sua ricetta dall’Accademia Italiana della Cucina, a tutela di un prodotto talmente buono e tipico da ricevere il riconoscimento P.A.T. (Prodotto Agroalimentare Tradizionale)

La ricetta della torta di riso bolognese ha come base principale ingredienti oggi per noi molto semplici, ma che, per una buona riuscita del dolce, devono essere di ottima qualità: il latte fresco, il riso e le uova. Con una lenta preparazione ed una cura al dettaglio, viene cotto il riso nel latte aromatizzato alla vaniglia, creando un composto che in seguito viene accuratamente infornato dopo essere stato unito a uova, mandorle e cedro candito. Bagnata poi con un liquore alle mandorle amare, la torta di riso assume davvero il suo gusto inconfondibile. 

Che la prepariate seguendo la ricetta ufficiale o optando per le varianti di quella di famiglia, l’importante è il risultato: una soffice ed umettata torta di riso da tagliare a quadretti (o rombi come da tradizione), che soddisfa il palato con un gusto pieno in grado di rievocare il ricordo di usanze e ricorrenze lontane nel tempo; è proprio grazie a ricette come questa che, ai giorni nostri, i sapori e le tradizioni del passato trovano nuova vita nelle nostre cucine quando le riproponiamo e ogni volta che le assaporiamo nuovamente.

torta di riso bolognese storia

Dove acquistare la vera torta di riso a Bologna

Ritrovate il sapore di festa e di vera tradizione bolognese grazie alle diverse varianti di torta di riso che potete acquistare su DRIIIN: potete scegliere quella di Piron él Furnar, preparata secondo la ricetta di nonna Peppina, che vi riporta a caldi ricordi d’infanzia grazie alla cura ed ai valori familiari che caratterizzano ogni prodotto del forno. Oppure potete optare per quella di Sfoglia Rina, la piccola bottega che reinventa la tradizione con la giusta dose di modernità, soprattutto grazie alla grande attenzione ai dettagli che riserva alle preparazioni, tutte cucinate con ingredienti sani che strizzano l’occhio a dieta e salute e contenute all’interno di un curato e innovativo packaging. O ancora, potete scegliere la torta di riso del Forno Pallotti, un forno pasticceria storicamente gestito con passione, dedizione ed un elegante tocco di modernità da Paola (Presidentessa delle Sfogline di Bologna). E poi, tra le diverse opzioni, c’è anche il Forno Montello: guidato dai suoi proprietari con grande cura ed uno sguardo proiettato al futuro, si tratta di un rinnovato forno dallo stile impeccabile e caratterizzato da prodotti realizzati con materie prime d’eccellenza che lasciano il segno, proprio come la loro famosa torta di riso. Arriviamo al celebre dolce di riso di Pan Bistrò: storica attività di tipo familiare che segue la tradizione evolvendosi, però, coi tempi; in questo luogo in cui il passato si fonde con l’innovazione, avrete anche la possibilità di assistere in prima fila alla preparazione dei loro prodotti, grazie ad una splendida vetrata a vista sul laboratorio

Grazie a DRIIIN, le torte di riso delle storiche botteghe di Bologna – preparate tutte con ingredienti di qualità sopraffina – vi raggiungono a casa con un semplice click: tradizione o innovazione? Decidete voi, provando tutte le varianti del dolce bolognese, anche in un solo acquisto!

Per iniziare, sfogliate la ricca vetrina digitale di DRIIIN e componete la vostra spesa online!

 

Potrebbe interessarvi anche: Come fare i tortellini alla bolognese seguendo la ricetta tradizionale.